Cat tools: perchè usarli?

cat-toolSentiamo parlare sempre più spesso di Cat Tool ma, almeno per quanto riguarda l’Italia, il vero significato e soprattutto il vero uso di questi strumenti rimane materia abbastanza sconosciuta. Come potete notare dalla scritta sotto la foto non stiamo (purtroppo) parlando di gatti. “Cat” è infatti l’acronimo di Computer Assisted Translation. I Cat Tool sono “tool”, appunto, di traduzione assistita, che permettono di agevolare l’intero processo traduttivo, generando vantaggi in termini di tempo e costi sia per il traduttore, sia per il cliente. Il più richiesto al momento dalle agenzie (anche se non proprio a buon mercato) è Trados.

Vediamo in breve come funziona: in pratica la schermata di lavoro viene divisa in due colonne. Nella colonna di sinistra trovate il “source” e in quella di sinistra (la colonna “target”) andrete a tradurre. Mano a mano che traducete Trados immagazzina le frasi tradotte in una vera e propria memoria; così, ogni volta che vi si presenterà un termine che avete già tradotto, Trados vi dirà come lo avete tradotto in precedenza e sarete sicuri di mantenere la “consistency” nel testo, ovvero la coerenza. Mi spiego: se in inglese trovate la parola “tool” appunto e la traducete come “strumento”, tutte le volte che vi si riproporrà questo termine sarete in grado di tradurlo allo stesso modo (cosa molto importante se per esempio state traducendo un manuale tecnico).

I vantaggi non finiscono qui: Trados vi permette di fare una analisi del testo prima di cominciare la traduzione. In questo modo il vostro Cat tool farà un bilancio preciso delle parole new (ovvero quelle che non avete mai tradotto), delle repetitions (parole uguali nel testo che si ripetono, delle fuzzy (parole che differiscono in qualcosa a un termine che già avete tradotto) e dei 100%  (ovvero parole che Trados ha già in memoria e che quindi non avrete bisogno di tradurre). Se, per esempio, avete un lavoro di due mila parole e mille di queste sono 100%, il vostro lavoro in termini di tempo sarà dimezzato e potrete consegnare al cliente piú velocemente e magari avere l’occasione di accettare un altro lavoro, preparare una torta o uscire a fare due passi).

In sintesi vediamo i principali vantaggi:CAT-tool-Iwanted

– coerenza terminologica

– correttezza sintattica

– rispetto del layout di partenza

– tempi di consegna inferiori

-possibilità di creare glossari specifici su richiesta del cliente

Ah! Quasi dimenticavo! Non confondete la traduzione assistita con la traduzione automatica (ad es. Google translate): la traduzione tramite Cat Tool è definita “assistita” perchè aiuta, supporta il traduttore, ma non traduce automaticamente. E per fortuna direi.

images

 

Vi saluto, vado a togliere il gatto dal pc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.